3DESIGN LAB | Prototipazione Rapida
7605
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-7605,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-3.10,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive
 

Prototipazione Rapida

Grazie alla tecnologia additiva è possibile realizzare elementi unici, impossibili da sviluppare con le tecnologie di produzione tradizionali.

La prototipazione rapida vi permetterà di avere il vostro progetto sulla scrivania in pochi giorni, fare analisi e valutazioni risparmiando tempo e soprattutto denaro.

Con le diverse tecnologie disponibili (FDM, SLA, SLS), siamo in grado di offrire un’ampia gamma di materiali, colori e finiture che permettono al cliente finale di ricevere sulla scrivania non un semplice prototipo, bensì un prodotto tecnicamente ed esteticamente simile al progetto finale da sviluppare.

FDM

La tecnica a deposizione di filo fuso è indicata per chi ha esigenza di contenere costi e di testare materiali plastici specifici. Il rapporto qualità prezzo è uno dei punti di forza di questa tecnologia. Grazie ai nostri macchinari, possiamo realizzare il prototipo con una vasta gamma di materiali presenti sul mercato.

• PLA
• ABS
• ASA
• PET
• HIPS
• PBT
• CERA
• GOMMA
• NYLON CARBONIO

I prototipi realizzati con tecnologia FDM si prestano egregiamente alle operazioni di post produzione ed in particolare all’applicazione di finiture superficiali di qualsiasi natura.

SLS

La tecnica a sinterizzazione permette di avere un prototipo accurato, che non presenta problematiche con i sottosquadri della geometria da realizzare ed è per questo molto apprezzata dai progettisti.

I materiali disponibili con questa tecnologia sono principalmente polveri a base poliammidica:

• Poliammide
• Poliammide + Vetro
• Poliammide + Alluminio
• Poliammide + Fibre di Carbonio
• Simil Gomma

Derivando da solidificazione di polveri, la superficie dei prototipi sarà leggermente granulosa e porosa al tatto, tuttavia le superfici possono essere portate ad un livello di rugosità minore con la post-produzione.

SLA

Questa tecnica consiste nell’utilizzo di una sorgente luminosa per solidificare una resina liquida fotosensibile.

Si sceglie questa tecnologia per avere una finitura liscia in partenza e per avere il massimo della precisione dimensionale con accuratezze fino a 25 micron.

Tra le resine lavorabili esistono quelle ad elevato grado di trasparenza e anche quelle calcinabili adatte alle fusioni.